PIERFRANCO VITALE

IL RICORDO

di

Aldo Bernardi

dalla prima pagina                                                               28 ottobre 2015

 

Domenica 18 ottobre scorso ci ha lasciato PIERFRANCO VITALE (classe 1926) nostro Presidente Onorario e Fondatore dell’Associazione Mozart Italia Nazionale di Rovereto e di Milano assieme ad Arnaldo Volani, Gaetano Santangelo, Claudio Ricordi, Gherardo Casaglia, Aldo Bernardi e molti altri illuminati e generosi uomini di d’Arte, Cultura, Musica, e spettacolo. Grande e trentennale Amico del maestro Bernardi, Vitale è stato l’ispiratore di tutti i mozartiani d’Italia!

Ebbe per primo l’idea di riunire in un sodalizio tutti i mozartiani del nostro Paese contribuendo concretamente alla nascita dell’Associazione Mozart Italia nel 1991 a Rovereto e nel 1993 a Milano. Pierfranco a sua volta si era lasciato guidare, entusiasmare ed ispirare dal grande Massimo Mila con cui condivise, durante la Seconda guerra mondiale, anche la militanza tra i partigiani e nel CNL. Storicamente, infatti, Massimo Mila fu veramente il primo ad avvertire l’esigenza di riunire gli appassionati e i cultori di Wolfgang Amadeus Mozart, auspicando nei suoi scritti, fin dal 1942, la costituzione di veri e propri “Circoli mozartiani”!...

I funerali, cullati dalle lievi e sublimi note dell’Ave Verum Corpus KV 618,  si sono svolti mercoledì 21 ottobre 2015 presso la Chiesetta della Clinica San Giuseppe di Milano alla presenza di un folto e commosso pubblico e delle rappresentanze istituzionali dell’ ANPI Nazionale  e provinciale di Milano.

 

 

 

Ciao Francuccio !

…ora tu sei là col “tuo” Wolfi…

 

 

Correva l’anno 1998

 

In un plumbeo e freddo pomeriggio d’autunno suona il telefono fisso di casa Bernardi a Milano!...

 

  • - Ciao “Amore”!

  • - Ah ciao “Francuccio”!

  • - Volevo dirti che, dal nostro ultimo incontro dell’altro ieri, ho riascoltato:

              il K 80 (1° quartetto d’ archi  di Mozart detto di Lodi perché scritto proprio a Lodi nel 1770 a soli 14 anni!..); la K 201 (Sinfonia n° 29 “a mezza orchestra” in la magg 1774); la K 319 …

  • - Ma quel’è la K 319!?...

  • - Ma la trentatrèesima sinfonia in si bemolle maggiore del 1779 non ti ricordi!?..

  • - Si Francu ma lo sai che faccio casino con tutti sti kkkkkkkkkkkkk!.

  • - ...Male devi studiarteli a memoria come ho fatto e faccio ogni giorno io, un po’ alla volta dal magnifico catalogo di Gherardo!...

  • - Certo Francuccio e poi non mi resta neppureil tempo per leggere come si deve e studiare e collegare tutte quelle note!... Certo il Catalogo di Gherardo è imprescindibile!... (Gherardo Casaglia eclettico ginecologo, storico musicologo batterista scrittore ecc di Bologna)

  • - Di più!... è la Bibbia!... Anzi no li c’è troppa morte e una concezione primitiva e punitiva dell’uomo da parte del vostro Dio !:.. Direi anzi il Vangelo!... Si il Vangelo.

  • - Mah!... Ma non mi dire che ti stai convertendo Francu!!?

  • - Certo Amò, ma non mi sto convertendo ora lo sai!... ho sempre sostenuto anche in pubbliche Accademie che Dio è esistito!.....

  • - Ahahahahah certo e si chiamava Mozart!...

  • - No si chiamava Wolfi!...Ufffff che noia e come sei sempre monocorde!!... Ma cambia un po’!... solo e sempre Wolfi!... ci sono stati e ci sono anche gli altri!...

  • - Ah si!? Non me n’ero accorto!...

  • - Certo che sei proprio odioso quando fai così! Allora per cambiar litania o meglio nenia, ti racconto che proprio il tuo Casaglia mi ha raccontato al telefono di un incontro alla Terrazza di Rovereto (Ristorante ufficiale dei mozartiani a Rovereto) dove tu con camicia rossa e lui con camicia nera avete dato spettacolo grande!...

  • - Quel fascistaccio nostalgico di Predappio!!!... Gliele ho cantate io come si deve a quello…

  • - Si, si e lui dice lo stessa cosa su di te !... mi avete rotto don Peppino e Camillo, due estremisti di opposti partiti, tanto rumore per nulla!!.... e poi siete uniti e vi amate come se foste in un sol corpo!...

  • - Certo!... quello di Mozart !!

  • - Ahahah il solito feticista di Amadè! Però mo te lo devo dire!.... ho sempre da un lato ammirato e dall’altro un poco invidiato, nel senso di “piccola” gelosia, la vostra sincera e profonda Amicizia!...

  • - Pfifffff nel nome di Mozart! Ovvio; comunque ti stavo dicendo che dal nostro ultimo incontro dell’altro ieri, ho riascoltato anche: la K 364 (Sinfonia Concertante per Violino Viola e Orchestra 1779 scritta appena morta la madre); il K 421(Quartetto d’Archi n° 15 in re minore 1779); il K 466 e il K 491 (gli unici due concerti per Pianoforte e Orchestra in tonalità minore su 27 scritti, rispettivamente il primo, il n °20, del 1785 in re minore e il secondo, il n° 24, in do minore del 1786, composti mentre stava componendo anche le Nozze di Figaro); poi, ieri sera, dopo la pastina in brodo ho messo su la K 504 la K 525 e il K 622 uno in fila all’altro (rispettivamente: la Sinfonia n°38 detta “Praga”, la celeberrima serenata per archi “Eine Kleine Nachtmusik”- Piccola serenata notturna - ed infine l’altrettanto celeberrimo ultimo concerto per solista e orchestra, quello per clarinetto, usato anche nella colonna sonora del film La mia Africa)

  • - Whellàa!... Che lavorone!!... Arnaldo ti paga gli straordinari!?...(Arnaldo Volani Fondatore e presidente nazionale dell'AMI fin dalla nascita 1991

  • -(stizzito e secco) Non mi sembra il caso di ironizzare in questo modo! Wolfi è felice ed io lo sono stop.

  • - Ahhh ecco!...e te lo ha telefonato ora!?

  • - Ovvio! Stavamo parlando anche del K 732, 734, 735 e 738!!...

 

 

  • - (gridando) Ma Francu ti stai ammattendo!? Sei caduto dalla comoda!?…. sai benissimo che lui è morto sul K 622 (il Requiem).

  • - Ehi ragazzino impertinente e per di più Verdiano (pronunciato con schifo e disprezzo), pfifififif !!.... ma dove è ora Wolfi, scrive musica e poi la fa ascoltare a ME e a tutti quelli che lo amano!!... NON che lo tradiscono per esempio con  quel tuo Verdi li come fai tu!!!...

  • - Guarda (stavolta quasi sul serio stizzito io) che quel mio Verdi li (rifacendogli il verso) aveva sempre sul pianoforte il Don Giovanni che ha assunto a modello formale e non solo della sua Opera intera!...

  • - Appunto lui ha copiato da Wolfi!.. e pure male!...

  • - Si, si siamo alle solite  non esiste null’altro al di fuori di!… (mi blocca sul finire della citazione).

  • Si però il tuo Ave Verum K 618 che hai eseguito l’anno scorso nel Duomo di Monza e a Milano in Sant Ambrogio per l’inaugurazione dell’AMI,  con la Filarmonica e Coro di Stato della Moldavia facendoci riascoltare la K 427 insieme al K 622 (rispettivamente: 1-la “Grande” Messa in do minore, la diciassettesima, l’ultima scritta ed eccezion fatta che per il Requiem uno dei 5 brani su 622 da catalogo che Mozart scrisse per sé stesso in questo caso per celebrare il proprio matrimonio – di ripiego - con Costanze Weber, la sorella di Aloysia di cui era veramente innamorato, ma che l’aveva snobbato per un altro!...2- il Concerto per Clarinetto e orchestra) che spessore, che leggerezza,e modernità di concezione e pathos drammatico!....

  • - Ma dai Francuccio non esageriamo ne parli come se le avessi scritte io ma sai benissimo che non è così!... cosa è successo oltre a cadere dalla comoda!?… Sei stato catapultato fuori dalla finestra e ti sei impiantato a gambe all’aria nel giardinetto di casa!?...

  • - Nooooooooooo!!.. (proseguendo nel suo intento) ma Wolfi era contento soprattutto della interpretazione della Grande Messa a Milano !...

  • - Certo !.... e…. naturalmente te lo ha telefonato dopo i concerti!...

  • - NO! Mentre ascoltavo il vostro concerto di Milano mi ha fatto il solletico sull’ombelico intanto che  mi tirava la barba!!... e quando fa così so che è contento di come le “sue” note stanno sgorgando e rivivendo!....

  • - Bho! sarà, comunque si può far di meglio!… anzi la mia interpretazione della Bohème in Giappone l’anno scorso (gennaio1996) era senz’altro più sofferta, matura e drammatica della Grande messa in do minore!...anche la si poteva fare meglio come sempre! Ma tenuto conto delle poche prove e del livello delle masse artistiche!...

  • - (Un attimo di silenzio seguito da una sensazione di panico al di là della cornetta)..mah Wolfi non ha mai scritto una Bohème!.... di che K si tratterebbe!?…  Invece la 427 la scrisse per il matrimonio con la bruttina!... (ridendo)

  • - Ma dai Francu non prendermi per il culo sai benissimo chi ha scritto la Bohème (1896) più di cento anni dopo la morte di Mozart (1791), un solo secolo dove sembra sia passato un millennio denso di grandi capolavori,  novità creative  ed evoluzione della semantica della  musica (ma non solo) e del nostro rapporto anzi Relazione con essa!....

  • - Ma chi è sto Giacomo Puccini mai sentito nominare!... Non lo conosco!!.....

  • - Ahahahha…. ( un poco adirato e stizzito) continui a provocarmi e prendermi per i fondelli !... ma sai benissimo che non ci casco!.... il solito giochino che facciamo da anni!... (pausa lunga cambiando il tono con un accento melodrammatico) Oppure stai rincoglionendo ed io, che stavo studiando la quinta di Mahler e l’Otello di Verdi in rapporto anche ai modelli formali e semantico-culturali di riferimento alle composizioni più significative precedenti agli stessi Verdi e Mahler, rincoglionisco dietro a  te perdendo tempo prezioso con  sto giochino al massacro!!...

  • -(sbuffo alla Falstaff)  Sbeufffff e chi è sto “Maaaler”!…. e Verdi!’… quel dilettante noioso e monocorde  che ha scritto per 28 opere (canticchiandolo mezza voce  nel tono e con le note giuste) “Aaaammami Alfre-edo”!..( Traviata finale dell’Atto primo). Dovrebbe venire qui da noi a prendere un po’ di lezioni di contrappunto almeno da Nannu (Nannerl la sorella maggiore di Wolfgang Amadè Mozart), perché Wolfi è occupato a dare ripetizioni (con tono cavernoso e canzonatorio) O’ fulminato di Bonn !!!....

  •  

    (Grossa pausa dove entrambi scoppiamo in una fragorosa e catartica risata che pare eterna!...)

     

  • -(io urlando soffocando il riso) Ma Beethoven non era fulminato, Francu !...era un genio assoluto, anzi il Genio per antonomasia!...

  • - E chi è stu betovesns (mordendosi leggermente la lingua e sbagliando ad arte la pronuncia)!?...

  • - (io con tono esasperato riprendendo come se niente fosse il giochino perverso) Si, si tu e il tuo Eduardo!... mi avete rotto il c.....!!....cc c Casa Cupiello!...

  •  

  • (Altra risatona di entrambi sincrona e cataritica)

  •  

  • - (Insieme quasi cantandolo in cantilena) … “Non esiste nessuno e null’altro al di fuori di Lui!|…”

  •  

  • - (io solo) e dei suoi cazzo di K!.... troppi!.... troppe revisioni!...

  • - (lui solo) Certo! Ovvio! Lapalissiano! …. Ora è qui con me che ruttando e scoreggiando fragorosamente ha fatto scappare Silver!... ( gattone splendido, grosso a macchie bianche e nere, simile al figlio ingigantito di Gatto Silvestro, che ha accompagnato e sostenuto Pierfranco in quel bel periodo della sua Vita) Tu e i tuoi cani, il tuo  (facendomi il verso pronunciando il nome con la r moscia come facevo io a quel tempo)   Bruutussss !!.......

  • (il mio secondofiglio peloso, un meticcio tutto nero di grossa taglia similead uno Schnauzer gigante, raccolto in strada un paio di anni prima) I miei gatti stanno ai tuoi cani come Wolfi sta allo assieme a quel piagnone del tuo !!! (canticchiando in falsetto stridulo e canzonatorio ma sempre senza sbagliare ritmo e note) (Verdi, Otello - Finale dell’Atto primo Duetto d’amore Otello e Desdemona)

  • - (E io in pianissimo proseguo concludendo il canto di quel magico e lirico momento verdiano) “Già la pleiade ardente in mar discende!!...(ecc!...)

  • - (ringalluzzito) NON DAREI UN CENTESIMO DI TALLERO  IN CAMBIO DI TUTTE E 28 LE SUE OPERE LIRICHE!... O’ melodramma romantico italiano!... Roba da casalinghe disperate!!... sensibile pausa (con un fil di voce e con tono dolce mieloso quasi rapito ma sempre sottilmente canzonatorio) … invece il K 620  ( Zauberflote – Flauto magico 1791)… è più prezioso di… di… (serio e deciso) TUTTI GLI STATI UNITI D’AMERICA DELLA NATO E DELLE NAZIONI UNITE!!!

  • EHEHEH….

  • - SU QUESTO SIAMO ASSOLUTAMENTE E SIMBIOTICAMENTE, anzi POLITICAMENTE, D’ACCORDO!...

  • -(tornando dolce e mieloso) Ehi Amore vieni subito a vedere come Wolfi sta annodando i baffi di Silver che non oppone resistenza alcuna!... ehehehh!.... “Noooooo dai Wolfi”!... ora gli sta annodando la lunga coda intanto che scrive un canone cromatico per voci maschili!... Ehehehh!...

  • - Ahahahahahah continui a provocarmi e a prendermi per i fondee-ehlli ma sai benissimo che non ci casco più da almeno da 10 anni!...

  •  

  • Pausa per lo sfinimento

  •  

  • - Ok,  Francuccio! Ora finisco di studiare una cosa, porto a spasso Brutusss e ti raggiungo per cena.

  • - Mmmmm Ecco! Ora si ragiona! Cosa mi prepari !?… uno dei tuoi supersonici risotti gialli!’...

  • - Si caro! e se vuoi anche con la salsiccia!

  • - Mmmmmm (con inflessione napoletana) “buono” , ma non né ho in casa!....

  • - Tranqui la porto io!  Devo portare anche lo zafferano!?…

  • - No quello me l’ha portato ieri Osmin (noto personaggio del Ratto del Serraglio, primo Singspiele di Mozart) …thohhhh guarda!.... proprio ora, Wolfi lo sta facendo cadere dall’alto a mo’ di neve artificiale sul naso di Silver!!....

  • - Si cosi invece del gatto con gli Stivali metteremo in scena anzi “in scema”

  • il Gatto con il Wolfiranno!!.. ahahahaahah

  • - Certo! Che ti credi!?... Quello sarà il K 627.

  • - Certo! A dopo! Bacio!

  • - Ti aspetto!  Bacio!...

  •  

  •  

  •  

     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  •  

 
Associazione Mozart Italia-Milano: www.mozartmilano.com

© 2015 Associazione Mozart Italia Milano

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • YouTube Social  Icon